Recensione – Cyberblood

Copertina Cyberblood
Cyberblood di Marco Mancinelli

Recensione

L’investigatore privato Antony Lovato accetta di ritrovare una ragazza indiana smarrita a Roma.
L’indagine che sembra essere solo difficile si rivelerà invece molto intricata fino a coinvolgere in prima persona l’investigatore e i suoi collaboratori, un hacker e una provetta assassina che si diletta con lo scasso delle serrature.
Un’indagine avvincente in cui il fiuto e la capacità di adattamento degli investigatori riusciranno a districare la trama complessa ritrovando una nuova pista da seguire ogni volta che quella precedente sembra essere arrivata ad un punto morto.
I modi spicci di Lovato, le capacità dell’hacker Dartmouth e un suo collega, nonché la grinta dell’assassina Anouche riusciranno a superare omertà, barriere informatiche e burocratiche, gettando luce su intrighi di potere e uscendone quasi indenni.

(Recensione scritta il 18/12/2013)



Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *