Recensione – Bagliori nel buio

Copertina Bagliori nel buio
Bagliori nel buio di Maria Teresa Steri

Recensione

Sono passati due anni da un incontro fra utenti di un forum sul paranormale in cui un uomo ha perso la vita e Elena, indirettamente responsabile, non riesce a superare l’accaduto. La sua vita è cambiata, ha perso il lavoro e si ritrova ingabbiata in una difficile relazione finché una cartolina la spinge a trasferirsi alla baia di Clito, fulcro del tragico evento. Elena comincerà così a gettar luce sull’intrigo che lega lei e gli altri alla baia e al defunto, fino a dover affrontare le sue paure e le sue fragilità mostrando la sua tenacia.

Maria Teresa Steri ha scritto un noir formidabile caratterizzato da una tensione ben dosata, una tensione che ti stringe, allenta la presa, ma non ti lascia mai andare perché le rivelazioni sull’evento di due anni prima si alternano al presente in modo naturale creando una sorta di sottofondo, una melodia che nei momenti di picco si fa imponente, pressante, incalzante ma non sgradita. L’autrice ha dotato i personaggi di una forte personalità, anche dal punto di vista psicologico, infatti alterna il punto di vista per delinearli meglio e calare il lettore nei loro panni. Tutto ciò inoltre pone le basi per i colpi di scena che portano la storia ad essere una piacevole lettura.

Il libro per me è eccezionale, lo consiglio vivamente.

(Recensione scritta il 25/03/2017)



Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *